CIRCOLARE: Operazioni transfrontaliere – ulteriori modifiche

Gentili Clienti,

facciamo seguito alla nostra circolare informativa del 2 dicembre per segnalare che l’articolo 5 comma 14-ter del DL 146/2021, il cui Ddl. di conversione è stato approvato il 14 dicembre 2021, posticipa al 1° luglio 2022 l’efficacia delle modifiche al cosiddetto “esterometro”, che prevedono l’invio dei dati via Sistema di Interscambio (SdI), con il formato della fattura elettronica.

Con il rinvio della nuova disciplina, la comunicazione delle operazioni con soggetti non stabiliti in Italia sarà effettuata, ancora per tutto il primo semestre 2022, secondo le attuali modalità e termini.

Ciò significa, tra l’altro, che dovranno essere trasmessi i dati, su base massiva, trimestralmente:

– entro il 31 gennaio 2022, per le operazioni effettuate nel quarto trimestre 2021;

– entro il 2 maggio 2022, per le operazioni effettuate nel primo trimestre 2022, essendo il 30 aprile un sabato;

– entro il 22 agosto 2022, per le operazioni effettuate nel secondo trimestre 2022, essendo il 20 agosto un sabato.

Sino al 30 giugno 2022 resta facoltativa la trasmissione tramite SdI dei dati delle operazioni che intercorrono con soggetti non stabiliti in Italia, essendo la fattura elettronica pienamente sostitutiva dell’obbligo comunicativo, resta, quindi, possibile per i soggetti passivi nazionali:

– emettere fattura elettronica in formato XML, per le operazioni attive verso soggetti esteri;

– emettere autofattura in formato XML, per le operazioni ricevute da soggetti stabiliti al di fuori dell’Ue;

– avvalersi della procedura di integrazione elettronica per le fatture ricevute da soggetti passivi stabiliti in altri Stati membri dell’Ue.

Si tratta di una facoltà che, per quanto imponga agli operatori termini più stringenti nell’invio dei dati, può far beneficiare di una semplificazione sul piano amministrativo.

Cordiali saluti.