CIRCOLARE: Fatturazione elettronica anche per i soggetti in regime forfetario – OBBLIGO dal 1/07/2022

L’art. 18 del DL 36/2022, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 100 del 30 aprile 2022, prevede l’introduzione, a decorrere dal 1° luglio 2022, dell’obbligo di fatturazione elettronica, anche ai soggetti in regime forfettario (articolo 1, commi da 54 a 89, della legge 190/2014) nonché per i soggetti in regime di vantaggio (articolo 27, commi 1 e 2, del DL 98/2011, convertito dalla legge 111/2011).

Tale obbligo renderà indispensabile l’invio delle fatture emesse a qualsivoglia soggetto (quindi a soggetti titolari di partita iva, a soggetti privati, a enti non commerciali e a condomini) in modalità elettronica, utilizzando il formato xml e attraverso il  Sistema di interscambio (SDI) dell’Agenzia delle entrate che provvederà a recapitarle al destinatario.

Le fatture che non transiteranno attraverso il Sistema di interscambio verranno considerate come non emesse.

L’introduzione dell’obbligo di fatturazione elettronica, non riguarda, tuttavia, sino al 31 dicembre 2023 i soggetti passivi IVA che nell’anno precedente, hanno conseguito ricavi o percepito compensi non superiori a 25.000 euro, ragguagliati ad anno.

I contribuenti soggetti al nuovo obbligo potranno avvalersi dei servizi offerti dall’Amministrazione finanziaria.

Per quanto concerne la procedura di generazione della fattura, ricordiamo che l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione:

– il portale “Fatture e Corrispettivi”, all’interno del quale è presente una specifica sezione (“Fatturazione elettronica e conservazione”), che consente di predisporre e trasmettere il file XML;

– la app “FatturAE”, utilizzabile mediante smartphone o tablet (in ambiente Android o iOS), in grado di creare e inviare la e-fattura;

– un software “stand alone” per pc, che permette la sola generazione del file XML; in tal caso la fattura dovrà essere trasmessa mediante pec, canali “SFTP”, “webservice”, o, ancora, avvalendosi dei servizi dell’Agenzia (effettuando l’upload del file XML sul portale “Fatture e Corrispettivi”).

Allo scopo di supportare la clientela nel nuovo adempimento lo Studio, in collaborazione con la propria software house di riferimento, mette a disposizione dei clienti che lo richiederanno un applicativo denominato “Fatture smart”, interfacciato con il gestionale di studio Ipsoa, attraverso il quale il cliente potrà procedere direttamente all’emissione ed all’invio delle fatture elettroniche nel rispetto della nuova normativa. Il servizio verrà proposto ai clienti al costo di € 360 l’anno. Il vantaggio di tale applicativo è l’assistenza che lo studio potrà fornire sia in sede di formazione all’utilizzo e successivamente.

Servizi che lo studio non sarà in grado di fornire se il Cliente sceglierà altre soluzioni.

Per coloro che non volessero utilizzare direttamente “Fatture smart” potranno essere valutate richieste di emissione ed invio delle fatture in formato .XML direttamente da parte dello Studio, in base ai dati che saranno trasmessi periodicamente dal cliente con modalità da concordare.

In questo caso, oltre al costo del servizio sopra riportato, sarà dovuto un ulteriore corrispettivo commisurato al tempo impiegato.

Deve essere sottolineato che l’emissione di fatture in formato elettronico comporterà, altresì, la necessità di procedere alla conservazione elettronica delle stesse, secondo quanto disposto dall’art. 39 del DPR 633/72. Anche in questo caso, gli operatori chiamati al nuovo adempimento potranno avvalersi del servizio di conservazione gratuita offerto dall’Agenzia delle Entrate.  Lo Studio provvederà ad esercitare l’opzione per tutti i Clienti che non manifesteranno espressamente una diversa volontà.

Per i Clienti che fossero interessati ad affiancare ai servizi forniti dall’Agenzia delle Entrate un ulteriore servizio di archiviazione lo studio si è attivato con il proprio fornitore di software, Wolters Kluwer Italia, per una soluzione di archiviazione che consenta il pieno rispetto della normativa in vigore.

Tale soluzione, denominata ARKon, viene quindi messa a disposizione della Clientela e lo Studio provvederà ad archiviare attraverso la stessa le fatture elettroniche emesse e ricevute.

Il costo, comprensivo dell’attività di inserimento della documentazione e di monitoraggio, è di € 50,00 ogni 10 MB di spazio utilizzato, con un minimo di €. 100,00/anno.

Naturalmente è possibile adottare soluzioni diverse, offerte da altri operatori, o limitarsi ad utilizzare il servizio offerto dall’Agenzia delle Entrate.

Invitiamo pertanto i Clienti che fossero interessati ad affiancare ai servizi forniti dall’Agenzia delle Entrate un ulteriore servizio di archiviazione a darci cortese comunicazione in sede di scelta della procedura per la generazione delle e-fatture.

I più cordiali saluti