CIRCOLARE: La prenotazione del “Bonus Pubblicità” 2022

E’ operativa dal 1° marzo e fino al 31° marzo 2022 la procedura telematica dell’Agenzia delle Entrate che consente di presentare le comunicazioni telematiche di accesso al credito d’imposta investimenti pubblicitari di cui all’art. 57-bis del DL 50/2017 in relazione agli investimenti effettuati o da effettuare nel 2022.

In linea generale, possono accedere all’agevolazione le imprese o i lavoratori autonomi e gli enti non commerciali che effettuano investimenti in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica, anche on line, e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali e nazionali, analogiche o digitali, non partecipate dallo stato.

Questa comunicazione è una sorta di prenotazione delle risorse a seguito del quale il Dipartimento per l’informazione e l’editoria forma un primo elenco dei soggetti che hanno richiesto il credito di imposta con l’indicazione del credito teoricamente fruibile da ciascun soggetto.

Il C.D. Decreto “Sostegni-bis” (articolo 67, comma 10, DL 73/2021), nel modificare la norma istitutiva dell’agevolazione (articolo 57-bis, comma 1-quater, DL 50/2017), ha previsto che per l’anno 2022, il credito d’imposta sia concesso nella misura unica del 50% del valore degli investimenti effettuati.

Non sarà applicabile nemmeno per il 2022 il presupposto dell’incremento minimo dell’1 per cento dell’investimento pubblicitario, rispetto all’investimento dell’anno precedente, quale requisito per l’accesso all’agevolazione.

Restano invece fermi i limiti dei regolamenti dell’Unione europea in materia di aiuti “de minimis”.

L’agevolazione spetta comunque nei limiti delle risorse disponibili e nell’ipotesi di insufficienza delle stesse è prevista la ripartizione in percentuali tra tutti i soggetti.

Salvo successive modifiche , dal 1° al 31 gennaio 2023 i soggetti che hanno inviato la “Comunicazione per l’accesso” dovranno poi inviare la “Dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati”, attestante gli investimenti effettivamente realizzati nel 2022.

Il credito di imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione, ai sensi dell’art. 17 del D. Lgs. 241/97, presentando il modello di pagamento F24 esclusivamente attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, a partire dal quinto giorno lavorativo successivo alla pubblicazione dell’elenco dei soggetti ammessi.

Per la fruizione del credito in esame è necessario indicare, in sede di compilazione del modello F24, il codice tributo “6900”.

Ai soli fini organizzativi siamo a chiedere, ai clienti che intendono usufruire del credito in oggetto, di prendere contatto con lo studio e fornire allo stesso i dati necessari per la compilazione della comunicazione, esclusivamente via e-mail agli indirizzi cinzia.morselli@merativalla.it e sara.coen@merativalla.it , entro il 14/03 p.v.

Naturalmente siamo a disposizione di Tutti per ogni possibile supporto o chiarimento.

Con i nostri migliori saluti.